Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Tabula rasa | Main | Atti osceni in luogo pubblico? »

31/07/2009

Comments

Yoshi

"Dall'esterno è fin troppo facile minimizzare il dolore degli altri (che, come cantava qualcuno, è sempre "dolore a metà") e chieder a chi soffre di stringere i denti perché, tutto sommato, il suo dolore non è niente di speciale."

hai perfettamente ragione.
mio padre ha seri problemi agli occhi. ora le cose stanno migliorando ma quando andava male continuava a ripetere che se fosse diventato cieco si sarebbe suicidato. io lì per lì gli dicevo di non dire puttanate che si può vivere benissimo anche senza vederci, ora però a mente fredda capisco che dovrebbe far parte del suo diritto di autodeterminazione. ovvio che per un figlio è una cosa tremenda e ovvio che farei di tutto per dissuaderlo; però ho imparato che minimizzare il dolore altrui è una cosa orribile

Onan

E poi uno si aspetta che in Inghilterra di queste cose si discuta civilmente: "sopportare senza fare storie gli acciacchi dell'età", come se la vecchiaia fosse per tutti la stessa cosa: poveri e ricchi, accuditi ed abbandonati, sereni e depressi.
Comunque sono d'accordo con tutto quello che hai scritto.

The comments to this entry are closed.