Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« # 34 | Main | Brevi considerazioni sull'omofobia interiorizzata »

18/07/2007

Comments

Edo

sì anche a me iniziavano a puzzare ste lotte intestine.
già i radicali sono pochi, se poi s'ammazzano tra loro per niente cosa ne guadagnano.
Anche Capezzone come ogni buon Rutelli ama la tv.
Il problema che tra gli amanti della tv ci sono anche loschi figuri...
chissà che non abbiano tutti qualcosa in comune...

formamentis

Lamiadestra ci si è messo di impegno, eh?

Monsieur Poltron

Alla fine mi stai dando ragione!
Ti ricordi quando io dicevo che Capezzone nella vita non ha mai fatto niente, e tu dicevi che anche D'Alema etc. etc.?

Benjamino

Mi sembra una lettura un po' grossolana, se posso permettermi.

stefano

@ benjamino: forse, ma ora preferisco mettere le mani avanti. Non voglio, tra qualche anno, ritrovarmi un altro Rutelli.

@ monsieur poltron: il punto è che, purtroppo, è vero: tanti politici han fatto solo quello (e neanche loro si sono laureati). Solo il tempo ci dirà quello che ne sarà di Capezzone.

Monsieur Poltron

Macché lettura grossolana, benjamino!

Capezzone è di DESTRA, e alla fine chi è di destra finisce per essere tradizionalista anche in altri campi; questo soprattutto in un paese come l'Italia, in cui la borghesia non è mai stata autenticamente liberale, ed il liberalismo è solo una patina alquanto superficiale dietro la difesa ad oltranza dei propri interessi particolari.


PS Anche altri politici non hanno mai fatto niente nella vita, ma almeno non sono diventati leader politici per mera investitura del capo né hanno mai avuto la presunzione di un capezzone qualsiasi!

Benjamino

Premesso che sono un estimatore critico di Capezzone, non credo che questo tanto estimato "fare" -né, tanto meno, una laurea- renda le persone più adatte ad occuparsi della polis.
Della polis, con spirito pubblico, può occuparsi egregiamente anche chi abbia passato la vita sotto un ponte. Per altro verso, chi abbia passato la vita a "fare", come il Caimano, può rappresentare la morte definitiva della politica.

"Capezzone è di destra" è poi, per me, un'espressione per me totalmente priva di significato.

Yoshi

eh vabbeh, sputami in faccia allora chè non c'ho la laurea! :)

poi fdc dice che ho il complesso d'inferiorità da pezzo di carta mancante...è la gente come te che me lo fa venire! vergogna!:)

stefano

Ma che laurea e laurea. Il punto è aver fatto qualcosa e non solo il politico "puro". Sul progetto di Capezzone, semplicemente, io sospendo il giudizio. Ormai la fiducia a occhi chiusi non la concedo più a nessun movimento politico, mi spiace.
Se però solo due settimane dopo averlo lanciato, comincia a tirar fuori i riferimenti cristologici, be', io mi preoccupo un po'.
E' questo che mi sorprende, più che il fatto che Capezzone sia di "destra" - questa non è una sorpresa. Del resto, io "Euroghost" l'avevo letto: mi sorprendeva di più il Capezzone che inneggiava a Zapatero, dopo. Si vedeva che, evidentemente, seguiva la linea dettata da Pannella, ma non ci credeva. Nel ragazzo c'è una punta di opportunismo che avevo sottovalutato.

Yoshi

era una battuta eh:)
l'opportunismo può essere anche una cosa buona, io l'ho sempre visto come opportunista.

stefano

Però... però... ho sentito l'intervista a 12 round (postata sul suo sito). Be', mi è sembrato più "paraculo" del solito (per esempio, buttato a mare Zapatero, ormai cita solo Aznar e si dichiara disposto a sostenere Berlusconi se fa quelle riforme lì. Per i diritti civili ci dobbiamo fidare della sua storia: benissimo, lo convince lui Pezzotta?).
Certo, molti punti del programma sono seducenti. Soprattutto se uno non è un economista. Però vai a leggere come alcuni vengono smontati da Lamiadestra - che non è certo comunista e che, per di più, è "del settore" e mi sembra una persona seria. Guarda le critiche che LmD fa all'abolizione del sostituto d'imposta e della detassazione degli straordinari. In astratto sarebbe bello, ma io consiglio di considerare che siamo in Italia, in cui il senso civico è pari a zero.
All'interno della RnP Capezzone andava bene, perché portava l'anima liberista dell'accoppiata liberalsocialista. Ora mi sembra, banalmente, che si è liberato della "zavorra" socialista. Ma allora, ripeto, mi bastava Della Vedova (tanto più se, ancora una volta - anche in questo 12 round - ribadisce che bisogna abbassare i toni della contrapposizione tra "laici" e "cattolici").

Benjamino

"fiducia a occhi chiusi"?

mai e poi mai! neanche a me stesso
;-)


Monsieur Poltron

Capezzone E' un opportunista, il suo "programma" è una serie di slogan ed il suo uso della religione è strumentale. Sono contento che tu te ne accorga adesso.

Quanto all'essere "di destra": per me un significato ce l'ha. Essere di sinistra significa credere in certi valori: giustizia, uguaglianza, opportunità per tutti indipendentemente dalle condizioni sociali d'origine. Tutte cose che a chi è di destra interessano poco o punto.

Se non si capisce questo non si capiscono le conversioni posticce da Zapatero ai Vangeli.

Benjamino

come ho potuto non riconoscere in monsieur poltron, la maestrina frustrata che in passato si firmava m.?
mi pento di aver risposto, ma cosa fatta, capo ha.

stefano

su, su, non suscitiamo sterili polemiche, eh :)

Monsieur Poltron

Mi spiace essere considerato uno al quale ci si pente di aver risposto; e per quanto sia facile lasciarsi prendere la mano su internet (io stesso non ne sono esente né lo sono stato in passato), non vedo la necessità di scendere ad attacchi personali per controbattere, anche perché il mio giudizio negativo su Capezzone poggia sul merito delle sue posizioni in materia politica ed economica, che potrei contestare più dettagliatamente sebbene non sia questa la sede per dilungarcisi troppo.

Vorrei però fare un'ultima considerazione.

Anche Della Vedova politicamente è una nullità. Almeno però ha una sua coerenza, avendo preso le distanze dai radicali già all'epoca dei referendum sulla fecondazione assistita; e quando i radicali si sono presentati con l'Unione lui ha fatto un'altra scelta. Capezzone, invece, da uomo di destra (non a caso in Francia avrebbe votato per Sarkozy), si è fatto eleggere, con la protezione delle liste bloccate, in una coalizione della quale palesemente non condivide alcunché, a partire dai valori di fondo. Sarà forse perché fino ad allora non aveva mai detenuto una carica elettiva?

Sarò un moralista, oltre che una "maestrina frustrata", ma a me questo non pare serio; e più che politica ad alta velocità, mi sembra politichetta da bassa cucina.


PS Andrebbe sempre tenuto presente, prima di tranciare giudizi, che nessuno di noi conosce veramente i propri interlocutori virtuali.

The comments to this entry are closed.