Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Am chef să învăţ româneşte * | Main | "Il tempo che resta", François Ozon »

28/06/2006

Comments

formamentis

il politico è un fingitore / finge così bene che finisce per credere / che è indignazione quell'indignazione che davvero sente".

Ah si, sono d'accordo, è proprio così

Yoshi

"Resterebbe pur sempre il lombrosianesimo di Calderoli e Borghezio, ma in ogni raggruppamento c'è sempre lo scemo di turno"

ahahaha:)
borghezio, quanto mi piace quell'uomo! (ahhh la perversione...)

dj

Era un paradosso che non fa testo: pur di liberarsi dei terroni e in cambio della secessione come la vogliono loro sarebbero disposti ad accettare anche i matrimoni gay.

megbr

io mi sentireri di consigliare anche alle forze di governo di non avere tutto questo timore a portare avanti almeno quello che è stato sottoscritto nel programma ...

mauoshi

>rivela che tutte le opposizioni leghiste al matrimonio dei "culattoni" sono operazioni di facciata. In realtà non gliene importa nulla, nulla di nulla. Fanno solo finta, è puro tatticismo

bè, mi sia concesso, si sapeva eccome anche perché la lega, nella mia zona, ha una dirigenza al 50% gay. silenziosa e non manifesta, che la paura di perdere i voti dei pensionati è forte, si vede molto di più di acquisire voti di gay padani. mah.

The comments to this entry are closed.