Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Difensori della democrazia a corrente alternata | Main | Alan Hollinghurst: la linea della "bruttezza" »

27/03/2006

Comments

Yoshi

e ti sei perso il concerto di fausto leali?? :)

sandra

ecco perchè quando ho abitato a Niguarda , molti anni or sono , ci stavo così bene! era un paesotto!
Abitavo in via Ornato al residence Siloe che ha (spero ancora) davanti il parco della villa Mellin. Era straniante vedere dalle finestre la luce del tramondo sugli alberi centenari e , in fondo, i grattacieli popolari...Milano ha posti così: accozzaglie strane.

avi

ecco che cosa è il nuovo locale davanti al quale passo tutte le mattine nella via da te menzionata ! avevo avuto qualche inkling ma non ne ero sicuro e pensavo piuttosto a un club S/M per eteromani, e invece è una nuova stella che viene ad aggiungersia al firmamento degli scopatoij milanesi. Well, I'm certainly not in the line of temptation !

bc468

bella descrizione urbana. lo spettacolo, mannaggia, l'ho perso, e anche la notte bianca che una volta tanto magari era pure carina.
mi sai dare indicazioni su spazi frequentati da gay arabi o su chi può darmele? mi sarebbero molto utili (le spiegazioni in altra sede).

The comments to this entry are closed.