Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Che cosa dice la legge olandese sull'eutanasia | Main | Tecniche pubblicitarie per masochisti »

21/03/2006

Comments

Alessandra

scrivi talmente bene che ti si perdona tutto :)
(ziiiin ziiiin ziiiiiiiiiin...li senti i violini in sottofondo?)

stefano

No, sai, è che ho lo stomaco delicato: era un rigurgito :) (Spero di non vomitare sulla scheda elettorale, però)

Matthaei

Telegraficamente: "gli viene naturale".

Fidati, li conosco.

law

Quello di Fassino è mero tatticismo preelettorale, dettato dal fine di non regalare il voto moderato alla Margherita.
La parte più conservatrice del centrosinistra non sta comunque nei Ds, almeno per quanto concerne pacs e dintorni.
In ogni caso, personalmente ho deciso di accogliere il tuo invito a votare, per la Camera, la rosa nel pugno. Mi è impossibile fare lo stesso per il Senato, essendo Intini il capolista della rnp nel Lazio.


Matthaei

Perchè, cos'ha Intini che non va?

aitan

Prodi e Berlusconi..., Rutelli e Casini..., mi viene in mente Gino Strada che in un rapido giudizio sulla politica italiana anelava un'alternativa reale, mentre, diceva, i partiti politici, al massimo, offrono un'alternanza.

Di fronte ai voti che può smuovere la chiesa, le differenze tra destra e sinistra si assottigliano. Siamo dominati da un pensiero unico declinato in forme all'apparenza diverse ma sostanzialmente fondato sui medesimi principi e interessi.
Parlando delle ultime elezioni americane, John Pilger affermava che tra Bush e Kerry intercorreva la stessa distinzione che esiste tra la Pepsi- e la Coca-cola: sempre di bollicine si tratta.
E, purtroppo, neanch’io riesco a credere che l’Intini-che-affiancava-Craxi-che-firmava-il-Concordato abbia le caratteristiche organolettiche del vino buono a cui abbeverarsi. Figuriamoci poi se possa prefigurarsi come l’acqua naturale e pura che vorrei.

law

Avesse affiancato solo il Craxi del nuovo concordato, sarebbe niente ;)

Disorder

Non sopporto questo atteggiamento ignavo di cui parli, per non parlare dei frequenti discorsi sul "rispetto delle diverse sensibilità" (che poi si traduce in rispetto e ripiegamento sulla SOLA sensibilità cattolica).
Temo che il confronto di cui parli avrà effetti nefasti per l'Unione. Casini e Rutelli si giocano i voti democristiani (una marea, ancora): a parità di idee e di piacioneria, sceglieranno tutti l'originale e quello più coerente nel suo clericalismo (nel senso che non ha proprio nessun alleato laico nella coalizione), ovvero Casini.

Matthaei

Quanto al Concordato, mi limito a ricordare che nel 1984 votò contro solo il PR mentre il PLI si astenne; l'MSI-DN votò contro perché favorevole al Concordato del 1929, DP non ricordo. Tutti gli altri partiti votarono a favore. Quindi, se l'aver approvato il Concordato del 1984 è una colpa, si tratta di una colpa ampiamente condivisa, ma non altrettanto rinfacciata.

Sui DS si potrebbero dire molte cose negative. Però, se posso spezzare una lancia per un partito che non amo, il problema è che la prospettiva di chi guida un partito o lavora per un partito è diversa da quella di chi ne sta fuori, perché chi guida un partito ha una serie di responsabilità che la persona politicamente consapevole che ne sta fuori non capisce; non perché sia stupida, ma solo perché certe cose si capiscono soltanto una volta vissute sulla propria pelle.

Prodi non entusiasma neanche me, ma la tua polizza di assicurazione è (come hai ben compreso) il voto alla Rosa nel Pugno.

avi

in effetti non sono pochi i candidati dell'unione che inducono il rigurgito, ma personalmente non riesco a ascoltare fassino senza trattenere un senso che è allo stesso tempo di rabbia disgusto ribrezzo e altro che per decenza non dico.

The comments to this entry are closed.