Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Sepolcri imbiancati | Main | Il trio dei mentecatti »

06/07/2005

Comments

steff

anche a torino, l'anno scorso, ha cantato la versione in italiano di pocket calculator... suppongo che ne facciano una versione localizzata per ogni paese che visitano :)
sono d'accordo, pur nella mia ignoranza musicale, sul fatto che le loro opere sono sinfonie moderne. chissà che tra 100 anni li si ascolti come oggi noi ascoltiamo mozart

stefano

E' sempre difficile fare questi pronostici sul futuro. Sta di fatto che, per quanto riguarda la musica elettronica contemporanea, io non riesco a trovare nessuno che li equivalga (non so, forse quelli che ci vanno più vicino sono gli Autechre, ma non sono un esperto).
La versione italiana di "Pocket Calculator" la sentii - se non erro - per la prima volta una ventina d'anni fa a "Discoring" (o simile). So che ne esistono una versione spagnola e una francese.

Yoshi

mah, troppo difficile fare previsioni, guarda il jazz, solo adesso è riconosciuto come la "musica classica del '900"

mi hai fatto venir voglia di ascoltarli, scaricherò :)

judith

che invidia.

Alex

Che dire.... è stato uno show davvero potente,l'acustica era migliore rispetto Venezia e anche i nostri si sono impegnati un pò di più.
A differenza del Lido sembrava interminabile,non finire più !
Oltre a Minicalcolatore,Ralf ha cantato Das model in tedesco.
Peccato per il finale,con la gente che si è alzata dai loro posti a sedere e si è messa a ballare sotto il palco o addirittura sui seggiolini.... non ho parole !
D'accordo l'entusiasmo,ma si vede proprio che in Italia molta gente non è ancora pronta culturalmente per eventi del genere.
Sono riuscito a registrare,ho già editato il tutto in digitale ed è venuto fuori un buon lavoro.
Al termine,dopo circa un'ora sono arrivati in sequenza Henning,Ralf e Fritz,mentre Florian come al solito è scappato via come un bambino !
E' stata una bella serata,quanto mi piacerebbe essere anche stasera a Ferrara,ma forse chiedo troppo...

Saluti elettronici

Alex
nicolabrega@libero.it

P.S.Se qualcuno ha filmato o scattato foto,mi contatti,grazie !

stefano

Sul fatto che la gente si sia alzata in piedi sulle sedie ad agitarsi e dimenarsi mi sono arrabbiato anch'io (soprattutto perché erano nella metà dov'ero seduto anch'io). Per questo preferirei che uno spettacolo del genere si tenesse in un vero teatro (che ne so, al Dal Verme, a Milano).
Non ho nemmeno portato una digitale perché so che avrebbero impedito di scattare fotografie.
Sei stato dunque nel backstage?

fabrizio

ciao, ho letto che qualcuno ha registrato il concerto...si può scaricare da qualche parte?
ciao e grazie
fabrizio

stefano

Non lo so. E' una cosa da fan molto incalliti, no? Dopo tutto, le esecuzioni dei Kraftwerk, live, seguono uno schema molto rigido. Forse l'unica cosa per cui vale la pena avere la registrazione è la canzone in italiano.

The comments to this entry are closed.