Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« "La chiesa marcia su Madrid" | Main | Note brevi su due romanzi allegri »

19/06/2005

Comments

Trespolo

Torno adesso da una cena all'aperto con un'amica rovinata dal solito fantozziano temporale. Vabbé, poco male, c'è di peggio. Mi è piaciuta la descrizione dell'insolita notte milanese. Una buona pensata per consentire alla gente di riappropriarsi della città, peccato siano eccezioni; dovrebbe essere la regola, credo :-) Buona serata. Trespolo.

stupidboy

io e lei non abitiamo troppo lontani evidentemente...

stefano

Magari ci vediamo anche al supermercato a pesare le banane - senza ironia, eh...

Babsi

Avrei alcune cosine da aggiungere: oltre a spettegolare, s'è dibattuto di merda (in forma letteraria, ca va sans dire); la lucidità era andata da un pezzo a farsi benedire; in Piazza Duca D'Aosta (più avanti nella nottata) l'atmosfera più che *gioviale* era stile Saigon (come da mio post). Ultimamente lei è distratto, Signor Cadavrexquis ;)

stefano

E' soltanto il gran caldo che mi distrae, null'altro, ms Jones!
(Della merda, in forma di letteratura, mi riservo di scrivere in futuro)

stupidboy

...sono sempre di fretta al supermercato, cosi' di solito di banane compro quelle gia' pesate in confezione da 3 o quattro... magari la prossima volta mi soffermo :-)

Larvotto

Noi ci abbiamo finito la serata al "nuova idea".
Sono rimasto... "sorpreso" dalla moltitudine di personaggi che frequenta quel locale :)
ps
Il travestito che ti ha salutato, ero io :)

stefano

Hai guadagnato bene, larvotto?

sparajurij

grazie.
ciao

The comments to this entry are closed.