Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Cadaveri meno squisiti. Dati statistici su Milano | Main | Scrittura pubblica, scrittura privata »

26/01/2005

Comments

mauro

la recensione del diario di Christa Wolf è "vecchia" (del 2005!), forse non la leggerà più nessuno, quindi è inutile scrivere un messaggio che nessuno leggerà mai.
eppure non so resistere a scrivere almeno una cosa: che questo diario è davvero molto bello perchè intenso, sincero, ricco di informazioni e nello stesso tempo di sentimento.
per chi ama scritture in cui ci si mette in gioco nel modo più crudele e dolce che la lingua scritta permette, la Wolf è da leggere, tutta. Lei si mette in gioco a un livello assolutamente personale, identificando ogni parola, ogni gesto, ogni immagine con un sentimento che porta a lei, che viene da lei e che si scontra, spesso violentemente, con la realtà intorno a lei.

e consiglio, a chi ha amato questo diario, anche un altro diario così sincero, quello di Derek Jarman ("The modern nature"). anche lui riesce a raccontarsi molto intimamente con un esercizio oggettivante che ha una grandissima suggestione.

se qualcuno mai lo vedrà a avrà voglia di scrivermi qualcosa, il mio mail è skizo66@ciaoweb.it

ciao
mauro

The comments to this entry are closed.