Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Il mio primo uomo ragno | Main | Un blog: il punto della situazione »

04/08/2012

Comments

anna albano (cose da libri blog)

Il 26 luglio, in piazza della Scala, si è tenuta una breve commemorazione per ricordare gli atleti israeliani uccisi da terroristi palestinesi nel 1972, durante le Olimpiadi di Monaco. Il sindaco Pisapia vi ha fatto una breve, imbarazzata comparsa, dando l'impressione, così come il suo assessore Maran, di non vedere l'ora di andarsene. Trovo anche io questo concetto di "riparazione" totalmente fuori luogo. In più, finanziare e compensare la Palestina vuol dire perpetuare la visione, condivisa e sfruttata anche dagli stessi notabili palestinesi, di un paese sotto tutela, povero di spirito, senza un granché da dire. Vuol dire continuare ad alimentare l'eterna frustrazione araba che, in assenza di un atteggiamento attivo da parte dei palestinesi (finanziare le università, incoraggiare la cultura e la crescita personale), non farà che continuare a esacerbare gli animi per molte generazioni a venire.

gerardina

scusa delle domande del cazzo: esistono altri che scrivono così tanto su un blog quanto te?
se sì lo fanno x i danari?
e tu lo fai x i danari?
no, non credo.
perchè non usi l'indole di scrivere e scrivere per comporre un romanzo che venderebbe miliardi di copie?
no, dico, non sto dicendo che il blog fa cagare e che faresti megli a indirizzare i tuoi sforzi altrove, tuttavia un tale dispiego di energie al solo scopo di esprimersi mi sgomenta.
scrivi altro oltre al blog?
uhm?
si?!
cosa?

  angelo ventura

Come si fa a essere per i diritti civili e non essere pER Israele, l'unico stato nell'area mediorientale che li sostiene? I palestinesi si sono lasciati guidare da organizzazioni terroristiche, e non meritano alcun trattamento di riguardo. Una sinistra veramente laica non sosterrebbe mai iteocrati killer islamici.

Anneke

3-6 ottobre 2012: 4 giorni non fanno una settimana... quindi, per la bellezza di 30.000 euro al giorno (per una manifestazione culturale) cosa si devono aspettare i milanesi? Fuochi d'artificio, distribuzione gratuita di falafel in piazza Duomo, corsi (sempre gratis) di lingua araba e lezioni di danza del ventre in piazza del Cannone...? Vedremo quindi cosa saprà fare Arci per 30.000 euro al giorno accaparrati senza alcuna procedura di evidenza pubblica... Vedremo se riuscirà a farci capire quale sia la specificità della cultura palestinese rispetto alla cultura araba più in generale. Di specificamente palestinese amiamo ricordare: l'Organizzazione Settembre Nero, un gruppo terroristico fondato nel 1970 da Fedayyn palestinesi che fra l'altro aveva il sogno di rovesciare re Hussein di Giordania; il pernicioso sostegno palestinese all'Iraq mentre invadeva il Kuwait; i continui piagnistei...

Paolo Ferrario

è più forte di loro (intendo per la cultura di sinistra): sono inchiodati allo schema dell'"amico/nemico". per loro (intendo i sinistrastri) il nemico è israele
i tuoi argomenti sono precisi e ineccepibili.
ma la loro (intendo quella dei partiti del secolo scorso) capacità di ascolto è pari allo 0 (intendo "zero"
paolo ferrario

The comments to this entry are closed.