Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« Firma anche tu! | Main | »

27/02/2006

Comments

filosinavoro

Il tuo post sembra smentire il detto secondo cui la vita gay è una vita di solitudine: in fondo c’è sempre la compagnia (pacata e fedele) di un cadavere. Non parla, non disturba, è sempre presente, rispetta i silenzi, e soprattutto dorme con noi… e lui sì che dorme, mannaggia a lui!

law

Come scrivi bene, darling!
E non parlo solo di significanti.
Questo racconto è da nobelpris.

s.synth

la tua lucidità mi spaventa un po...un po tanto.

stefano

Se questa è *lucidità*, com'è l'accecamento, allora?

@ law: è uno sfogo, senza pretese.

The comments to this entry are closed.