Le infamie di ieri

Manifesto per l'eguaglianza dei diritti

Supporting Israel


Become a Fan

« "La pianista" di Michael Haneke: sesso e crudeltà | Main | Insalata con cazzeggio autoanalitico »

23/10/2005

Comments

finO

Solo una selezione:
In hora mortis, Thomas Bernhard, a cura di Luigi Reitani, Se, 2002, 95 p.
Però quelle che hai scelto, uh, commentale.

stefano

Be', adesso non esageriamo. Diciamo che la traduzione di tre poesie di Bernhard è una specie di... regalo.

law

Molto bella l'ultima.
Da segnalare a Ceronetti per il suo Altrove quotidiano.
Grazie.

p.s.v.

bellissime. ci sono "stralci" che spaccano

liseuse

Anche a me piace molto la terza, bravo! Mi piace meno invece vite e vita così vicini nella prima (a meno che non fosse tua intenzione mettere due vocaboli quasi omografi in sequenza...)
Il regalo lo fai a noi lettori o hai un donatario speciale? :)

stefano

No, liseuse, a dire il vero non c'è intenzione, visto che l'originale dà "Leben" e "Wein". Che suggerisci?

Ivan

Stampo e conservo...

liseuse

Stefano, bisognerebbe pensarci un po'...anche perché leggendolo una seconda volta con la mente più disattenta sono riuscita a vedere nella vite un perno conficcato nel muro, non starebbe così male. Ma come dice il tedesco, piantare Wein??

The comments to this entry are closed.